Siamo tutti automobilisti

Come annunciato le agenzie stanno battendo freneticamente le considerazioni del Vaticano circa le unioni civili per le coppie omosessuali. Non entro nel merito, tanto si tratta di attualità, quindi le notizie si trovano ovunque. E’ però davvero esilarante questo passaggio del commento alle “Considerazioni circa i progetti di riconoscimento legale delle unioni tra persone omosessuali“:
Lo Stato può stabilire che gli automobilisti che fino adesso tenevano la destra nelle strade a doppio senso, d’ora in avanti tengano la sinistra. E poi può decretare che si tenga di nuovo la destra. Ma mentre la materia conserva la sua ben conosciuta impenetrabilità, lo Stato non può permettere per ragioni ovvie che ciascun automobilista scelga in qualsiasi momento e a suo piacimento di tenere la destra oppure la sinistra. Nelle Considerazioni qui commentate vengono esposte abbondanti ragioni, di ordine etico, biologico e antropologico, sociale e giuridico, che evidenziano che nel concedere un riconoscimento legale specifico delle unioni omosessuali, lo Stato oltrepasserebbe i limiti della sua attività legittima

Marco Mazzei
Biciclette, Milano, viaggi e stelle.