Intrecci pallonari

Qualche minuto prima di un tragico derby di qualche anno fa, g. disse: “sarei disposto a perdere 6 a zero stasera pur di vincere le elezioni domenica”; perdemmo 6 a zero e anche le elezioni. Oggi che disgraziatamente sembra vicino lo scudetto rossonero, i timidissimi segnali di ripresa dell’Inter (che non ha perso le ultime due partite…) sembrano affiancare timidi e meno timidi squilli di trombe a sinistra. Berlusconi e Bush perdono un fedele alleato in Spagna e l’Europa è un po’ meno grigio-nera; lo stesso Berlusconi si reca in pellegrinaggio a Pontida, a pregare per la salute di Bossi, ma più probabilmente a rendersi simpatico agli elettori padani: la casa delle libertà non se la passa benissimo e senza il senatore rischia di vedere ancora più frantumata e dispersa la propria base elettorale. Lo dico subito, però: non sono comunque disposto a rinunciare allo scudetto nerazzurro del prossimo anno.

Marco Mazzei
Biciclette, Milano, viaggi e stelle.

3 Comments

  1. Ogni volta che il Milan vince lo scudetto, Berlusconi perde le elezioni. E’ matematico. Direi che alle Europee Forza Italia non andrà benissimo, quindi almeno lo scudetto dovrebbe essere certo.
    Sull’Inter ormai non so più cosa dire…. :-D

    ciao :-D

  2. Pensa che il mio sogno segreto è andare allo stadio con amici gay ehehhe :-)) A vedere il Milan, ovviamente.

Comments are closed.