Ferragosto

Ho rivisto dopo un sacco di tempo Tutti gli uomini del presidente: i giornalisti nel 1976 lavoravano senza Internet, e muovendosi molto. Oggi non sanno quasi usarla e si muovono pochissimo. È un po’ come se la disponibilità praticamente infinita di informazioni, avesse tolto qualsiasi stimolo o capacità di cercarle, analizzarle, studiarle.

Per il resto questo Ferragosto è un po’ come sempre, come se si potesse prendere un telegiornale di 10 anni fa e non accorgersi che siamo nel 2004: città sempre meno vuote, spiaggia sempre più mordi-e-fuggi, il ministro dell’Interno insieme alle forze dell’ordine, un gran premio caldissimo nel cuore dell’europa (ecco, 10 anni fa la Ferrari non vinceva, quindi serve sì un aggiornamento), l’Inter che parte tra le favorite, i calendari della serie A. Forse l’unica vera novità è Bin Laden: la polizia che protegge i McDonald’s (e le città d’arte) nei tg del 1994 non c’era.

Marco Mazzei
Biciclette, Milano, viaggi e stelle.