Customer cosa?

È da un po’ di tempo che sto pensando di mettere in piedi un bel blog dedicato alle storie da call center ovvero alle piccole e grandi avventure che capitano contattando il servizio clienti di alcune prestigiose aziende. Se non l’ho ancora fatto è solo perché consapevole che la maggior parte dei ragazzi che lavorano in quei posti sono molto precari e molto sottopagati. Tuttavia, a tutto c’è un limite.

Sky, un mesetto fa, devo cambiare il decoder che non funziona, mi dicono che devo portarlo in uno Sky Center, chiedo gli indirizzi: mi dica dove abita – a Seregno – a Seregno non c’è nulla – allora Monza – a Monza non c’è nulla; ci sarà a Milano? (ironico) – aspetti che controlliamo; a Milano ce ne sono tre – ah ottimo – se mi dice la via le dico se c’è – ??? – mi dica la via che le interessa – ???, non capisco, ma mi adeguo, allora via Pincopallino – mi spiace in quella via lo Sky Center non c’è.

Telecom, 187, questa mattina: Alice non funziona – mi spiace, c’è un guasto al nostro sistema di acquisizione delle segnalazioni dei guasti, ci può richiamare da un cellulare?

Marco Mazzei
Biciclette, Milano, viaggi e stelle.

2 Comments

  1. d’accordo su tutto, ma con un unico dubbio: sky sarebbe una prestigiosa azienda? che io sapiia e’ il merger tra due delle aziende piu screditate della galassia, operato da un plutocrate fascista australiano con la complicita’ di un plutocrate fascista nano.

  2. Io ci ho lavorato in un callcenter, precario! cmq l’idea è buona perchè le cose che si sentono dai clienti, ma spesso anche dagli operatori, sono veramente esilaranti!

Comments are closed.