Ivan Basso, uno che ama lo sport

Tra poco lo faranno diventare un modello per tutti coloro che vogliono avvicinarsi al ciclismo:

“Siamo sereni e consapevoli di avere fatto la cosa giusta”, ha detto il legale del varesino, Massimo Martelli. “Se Ivan ha fatto quello che ha fatto è perchè ama il suo sport: ci siamo guardati negli occhi e ci siamo detti che era il caso di levarsi questo peso da dosso, dalla coscienza. [l’articolo su Gazzetta.it]

Marco Mazzei
Biciclette, Milano, viaggi e stelle.

2 Comments

  1. ivan lo conosco dalla categoria a2 è una persona come noi non merita tutto questo !!! la nostra federazione si fa grande per quello che ha fatto e che cosa hanno risolto ??? abbiamo ” forse” perso solo un grande campione e ricordate che un asino non diventa un cavallo lui ha sempre vinto fin da ragazzino!!!

  2. Ciao Massimo, non giudico la persona, come si usa dire, pero’ lo sportivo si’; che palle e che delusione, ecco. Anche per tutta la gestione di questa cosa: confesso, poi ritiro, poi sono colpevole ma non mi sono dopato, insomma: una cosa un po’ torbida.

Comments are closed.