La crema San Francisco

L’ultima volta che siamo andati a San Francisco ci siamo stati per una settimana; prima di partire sono passato dalla mia profumeria di riferimento alla ricerca di una crema da giorno antivento. La signora del negozio ancora ride, probabilmente.

Antivento?

Ma sì nel senso: una crema adatta al clima di Frisco, freddo caldo sole nebbia e quasi sempre molto vento. Dopo lo sconcerto, arriva il prodotto e quindi posso partire. A San Francisco ogni mattina prima di uscire, davanti allo specchio del bagno, la mia faccia, quella crema e il suo profumo.
Ho ricomprato quella crema, che non usavo da un po’, e questa mattina ho proprio sentito il profumo di San Francisco, come essere laggiù – beh, quasi come essere laggiù.

Marco Mazzei
Biciclette, Milano, viaggi e stelle.

2 Comments

  1. Bello e vero; come quando riprendi un profumo che non usavi da un po’ e appena lo spruzzi si apre un varco temporale e ritorni immediatamente a quel periodo, in quel posto, con quelle persone… Sinestesie olfattive. Bellissime.

  2. Il potere evocativo dei profumi, e delle creme nello specifico è magico. Qualche tempo fa ho ritrovato un tubetto di crema solare che avevo usato nella mia ultima vacanza in Grecia. E’ stata una ventata di estate, salsedine, mare, sole, libertà. Credo di averla buttata, era troppo dolorosa da tenere :-D

Comments are closed.