Si deve votare, vado al mare

No, vado in montagna, ma il concetto non cambia. Se si deve votare per uno di questi 5 candidati, allora è meglio stare alla larga. Onestamente, perché un omosessuale dovrebbe votare per uno di loro?

Si leggono le risposte, si ringrazia per la civiltà e l’educazione e ci si organizza, questa volta davvero, per andare da un’altra parte.

Marco Mazzei
Biciclette, Milano, viaggi e stelle.

6 Comments

  1. parliamo del fatto che chi e’ interessato ai diritti civili avra’ come ultima spiaggia un accozzaglia formata da: angius, grillini, de michelis e i radicali.
    a me viene da piangere: è peggio dell’ultima spiaggia dell’isola dei famosi

  2. Cioè in pratica secondo voi sono candidati adatti solo a uomini etero? No perché magari sono candidati inadatti a chiunque, e basta.

  3. Al mare (o in montagna) alle elezioni ci andava Craxi, contenti voi… Io ho votato eccome, ero pure presidente di seggio e mi sono smazzata un tour-de-force dalle 6 di mattina a mezzanotte. Masochismo? No, io penso che valesse la pena tentare. Anche perché di alternative non ne vedo, per ora (salvo alternative peggiori, per diritti di gay&donne vedere alla voce Storace). Forse queste primarie sono davvero l’ultima spiaggia: un motivo in più per provarci, tanto più che la spiaggia di solito è vicina al mare :-)

Comments are closed.