12 Comments

  1. A parte che mi sembra un’ottima idea, almeno la finiamo coi vecchi e grigi comunicati stampa.
    Ma perchè di senti colpevole e responsabile ? Pensi di avere influito alla sua realizzazione ?

    Non ti sembra di essere un po’ presuntoso ?

  2. Ciao Filomena, secondo me non basta scrivere “per i media sociali”, e non e’ indispensabile aggiungere Flickr o Twitter: basterebbe, per iniziare, cambiare il linguaggio, il tono e lo stile. Cosa che in questo comunicato, sempre a mio parere, non e’ stata fatta.
    Quanto alla mia “colpevolezza”, era un gioco…

  3. Basterebbe “cambiare il linguaggio, il tono e lo stile”: puoi linkare anche qualche esempio positivo, così ci capiamo meglio? Grazie

  4. Tu come lo diresti a un tuo amico di andare a vedere quel canale perche’ trasmette delle cose carine?

  5. Concordo, il problema è la discrepanza fra il concetto di “Media Sociali” (qualsiasi cosa volesse dire in quel contesto) e il linguaggio vecchio e stantio da comunicato stampa uguale a mille altri, e quindi solitamente cestinato al volo.

  6. @marco: come lo direi io mi è chiaro, volevo capire se secondo te c’è già chi lo fa (e bene)

  7. Uhm, non mi viene in mente nessuna azienda che lo faccia bene; almeno tra quelle delle quali ricevo comunicati stampa.
    Pero’, per esempio, la Fiat con Bravo e il blog http://www.quellichebravo.it ecco quel blog non e’ meglio di un comunicato stampa? Se io voglio sapere qualcosa mi iscrivo al feed Rss o alla newsletter. Gia’ l’idea di comunicato e’ un po’ vecchia, e’ una cosa che parte dall’alto e arriva in basso, non e’ circolare, e’ rettangolare ;-)

  8. Bello, si’. E a proposito di geometrie:

    allego comunicato stampa aggiornato di “Un nuovo marketing per comunicare: muoversi per vie diagonali” seminar sull’innovativo concetto di “Diagonal Marketing” che si terrà a Milano il 20 novembre pv presso il Centro Congressi Fondazione Cariplo (ore 20.00-22.30).

Comments are closed.