2 Comments

  1. Beh…quell’importo significa che hai un appartamento di circa 100mq e che non ci abiti da solo, o forse di 130mq e ci vivi addirittura solo..insomma, un gran CULO!

    Piuttosto…io sto intentando una causa vs TARSU perchè con il passaggio del pagamento da condominiale ad individuale (per inquilino) hanno fatto non poco casino. A me ad esempio sono state notificate cartelle esattoriali da 2004 al 2006 con istanza di pignoramento per insolvenza, quando invece il condominio (e quindi io come spese condominiali) ha sempre pagato. Ho richiesto lo sgravio, ma…ahimè…arriverà fra 6 mesi, peccato che il prossimo scatta il fermo amministrativo. Chiunque si trovi in questa condizione puo intentare causa con azione congiunta insieme a me e tanti altri

  2. Secondo il mio parere un appartamento non produce rifiuti solo per il fatto di esistere ma perchè è abitato.
    La tassa, è dovuta per un servizio reso e goduto, non a prescindere altrimenti mi pare che s chiami imposta.
    Ho acquistato un nuovo appartamento, che è completamente disabitato, i termosifoni sono chiusi e sigillati dal conducttore della caldaia. Non vi sono mobili e/o suppellettili eppure mi viene richiesto di pagare la TARSU ed anche con la multa per ritardo di segnalazione.
    Il nostro nucleo familiare vive nel "vecchio" e solito appartamento e per questo appartamento paghiamo regolarmente la TARSU.
    Non mi sembra corretto nè pagare e neanche di pagare una multa per un servizio che non ricevo.
    Che possibilità di successo ho se ricorressi al giudice di pace?

Comments are closed.