Michele e i miracoli della Rete

Solo una storia di Internet, forse non un miracolo. Però colpisce. Anche me che sono abituato alle cose che la Rete può fare, alle persone e con le persone.

Conosco Michele di Giorgio qui in ufficio da me, ci lasciamo con un appuntamento e con un suo appunto sulla mia agenda. Dopo poche ore Michele muore e io racconto lo stupore della notizia in un piccolo post. E andate a guardare che cosa è successo, i commenti che sono arrivati. Quelle mie poche righe sono diventate il luogo dove si sono riuniti un sacco di amici di Michele. E vedo che ogni tanto tornano. Qualcuno direbbe: la parte abitata delle Rete.

Marco Mazzei
Biciclette, Milano, viaggi e stelle.

6 Comments

  1. Eh sì, caro Marco, lo hai detto, sembra incredibile ma Michele ha lasciato un enorme vuoto in tutti noi che lo conoscevamo bene e anche chi lo conosceva poco o lo aveva appena incontrato si è reso conto subito di quanto speciale era, ops, è Michele di Giorgio!
    E noi già lo sapevamo!
    Ciao Michele, un bacione per l’eternità

  2. Hai ragione Marco! Un enorme grazie anche a te per aver ospitato tutti noi e le nostre emozioni! Continua a farlo per favore!

  3. E’ una combinazione alchemica Internet-Mdg, come amava firmarsi. Sono due reti che si incontrano e si incrociano. A tal proposito, Marco, scoprire il tuo blog è stato come sdraiarsi sulla superficie del mare e lentamente andare giù giù giù e scoprire un incredibile mondo che pensavo di conoscere già: la rete. Ora sono drogata. Mi sto iscrivendo a 3000 servizi. A proposito… devo caricare la mia foto su beemood!

  4. Silvia, ti prego, rispondimi alla mail che ho inviato a info@centr……relativamente al progetto di mdg
    Grazie
    Matteo

  5. Per Matteo,non trovo più la tua mail. L’ho letta, non ti ho risposto perchè di queste cose non abbiamo mai parlato con Michele. Mi spiace.

  6. Per Matteo: magari qualcun’altro può aiutarti se dici di che si tratta

Comments are closed.