Appunti per il prossimo giugno

Dopo Bologna, direi:

  • il Pride deve essere a Roma, tutti i santi anni, sempre vicino alla fine di giugno
  • il Pride deve passare dentro la città, e vicino a luoghi simbolo dei poteri
  • il Pride di Milano, Bologna, Firenze, Genova, Catania, eccetera deve diventare un’altra cosa, tutti si devono far venire un’idea; che ne so a Milano deve essere un Fashion Pride durante la settimana della moda maschile (a metà giugno, come il Pitti a Firenze), a Bologna deve diventare una festa itinerante verso il mare, dove c’è già un sacco di gente; a Genova deve essere un Boat Pride o una regata che riempia di vele arcobaleno tutte le baie delle costa; eccetera
  • noi dobbiamo smetterla di litigare
  • un solo obiettivo: diritti per i singoli e diritti per le famiglie, tutte le famiglie
Marco Mazzei
Biciclette, Milano, viaggi e stelle.

4 Comments

  1. Parole sante. Bologna è stata una cittò stupenda, ha organizzato un pride bellissimo nonostante i mille ostacoli e gli evidenti bastoni fra le ruote e…un pò mi duole dirlo…
    ma hai ragione su tutti i fronti!

Comments are closed.