Vaffanculo

Trattandosi del mio blog, del mio blog personale, di uno spazio dove posso dire e scrivere quello che mi pare, nel rispetto della Legge s’intende, ecco oggi sono in vena di questo: vaffanculo.

PS: oh, nel caso passando di qua ti capitasse di pensare “ma sarà rivolto a me?”, sappi che a) la codona di paglia non va di moda quest’anno, b) i destinatari oggi sono talmente tanti che, sì, è probabile ci sia dentro anche tu

PS/2: ho sistemato i feed, che adesso dovrebbero funzionare di nuovo correttamente

Marco Mazzei
Biciclette, Milano, viaggi e stelle.

6 Comments

  1. ecco, avevo giusto pensato di scrivere una cosa del genere. proprio lo stesso vaffanculo.
    poi ho pensato cosa mi sarei tirata dietro scrivendo una cosa cosi', e quindi ho scritto il motivo di quel vaffanculo.

  2. genericamente parlando, dover lavorare con dei deficienti. nel senso proprio che mancano di qualcosa. non ce la faccio più, ecco.

  3. Me lo sono meritato, scusami.

    (Anche la frase di cui sopra non è detto abbia una ragione vera o un indirizzo reale: diciamo che tutti abbiamo qualcosa di cui scusarsi, io in questo periodo ne ho tanti di motivi e in ogni caso dirlo male non fa mai)

Comments are closed.