Il calcio e quei sorrisi, che bellezza

L’altra sera sono andato al Parco Lambro a giocare a calcetto con i ragazzi ospiti del Ceas, la struttura che si occupa del recupero di giovani con problemi di inserimento sociale derivanti da abbandono, emarginazione, discriminazione e quant’altro. A parte la fatica di correre dietro a una serie di quindicenni, è stata un’esperienza emozionante. La loro faccia di fronte alla palla e durante la partita e poi l’impegno e la concentrazione e quei sorrisi dopo un gol: per tutto il resto non so che cosa c’è, però spero che mi chiamino ancora.

Marco Mazzei
Biciclette, Milano, viaggi e stelle.