Saponette e libri, ecco cosa

Adesso che ho quasi finito di aprire gli scatoloni post trasloco, ho una richiesta e una comunicazione. La richiesta è che se per caso mi inconstraste mentre sono intento ad acquistare:

  • saponette di qualsiasi genere e tipo
  • quaderni, quadernetti, blocchi, agende

toglietemi di mano immediatamente la carta di credito.

La comunicazione riguarda i libri di carta che ho salvato dalla furia digitalizzatrice, questi sono gli autori che ho portato con me: Cunningham, Hornby, Kapuscinski, DeLillo, McCarthy, Roth, Tondelli e tutto quanto ho dei Beat (Kerouac, Ginsberg eccetera). Più pochi altri sparsi.

Marco Mazzei
Biciclette, Milano, viaggi e stelle.

9 Comments

      1. Ah, allora sei scusato ;-)
        Resto sempre inorridito quando sento che in occasioni di traslochi c'è parecchia gente che butta i libri.

        1. Però, guarda, il libro per me non è nella forma che ha, è nella sostanza. Io domani li voglio avere tutti solo digitali.

  1. E poi cosa metteresti sulle mutande ben stirate e ordinate per colore?
    (Ricordo delle foto con orsettini saponosi)

Comments are closed.