Giornata nazionale della bicicletta (Bici Day): sì, no, forse. Il ministero la sta organizzando, ma di nascosto. Avranno in mente una biciclettata notturna?

Premessa: nel 2010 e nel 2011 si è svolta la giornata nazionale della bicicletta, voluta – e proclamata – dal ministero dell’Ambiente. Bella, brutta, utile, inutile: non so. Un segnale: senz’altro.
Doveva essere un appuntamento annuale: la seconda domenica di maggio.

Quest’anno: governo tecnico, il ministro dell’Ambiente è Corrado Clini. Il portavoce del ministro fa trapelare che quest’anno la giornata nazionale della bicicletta non ci sarà perché il Governo punta ai fatti e non alle parole.

La notizia della cancellazione viene ripresa da Repubblica e Fiab risponde con un comunicato condivisibile al 100%: ok, niente giornata nazionale della bicicletta, ma i fatti concreti quali sarebbero?

Oggi esce la smentita del ministero, che è davvero spassosa:

Smentiscono che la giornata sia annullata, ma lo fanno mettendo l’immagine dell’iniziativa del 2011, e sapete perché? Perché a 6 giorni dalla giornata nazionale della bicicletta (avrebbe dovuto / dovrebbe essere domenica 13 maggio), non esiste traccia della giornata medesima nel sito del ministero, e la pagina dell’iniziativa è aggiornata all’edizione 2011.

Insomma, la giornata è confermata, ma non esiste. Oppure: ci sarà, ma non si sa quando.

Update: il ministro conferma che ci sarà e che sarà durante la settimana (la bici come mezzo di trasporto quotidiano e non solo come passione domenicale); conferma anche il gradimento per #salvaiciclisti. Attendiamo la data e ci permettiamo di suggerire che il Web è importante e andrebbe curato, le informazioni presenti sul sito del ministero sono vecchie e danno l’impressione che la bicicletta sia un argomento trascurabile.

Marco Mazzei
Biciclette, Milano, viaggi e stelle.

2 Comments

  1. Una commedia all’italiana! Il problema è che chi ci guida non condivide i nostri problemi. Chi di questi governanti prende una bici o un autobus? Probabilmente, anche con tutta la buona volontà del mondo, non saranno mai in grado di rendersi davvero utili in queste cose.

    E’ davvero imbarazzante che su questo tema la precedente “mignottocrazia” fosse riuscita a fare di meglio…

  2. Istituzioni o no, io domenica onorerò comunque il bicy-day, approfittando anche della manifestazione Bicincittà organizzata dal UISP http://bicincitta.uisp.it/ (che tra l’altro ha dato pieno appoggio a salvaiciclisti).
    Per fare la “rivoluzione” non servono le istituzioni, serve la voglia di cambiare nelle persone

Comments are closed.