Consiglio comunale di Milano 2016: perché mi candido

Mi candido al Consiglio comunale di Milano, nella lista Sinistra X Milano che sostiene – insieme a quella del Pd e a una civica del candidato – Beppe Sala sindaco.

È una decisione di queste ultime settimane, ma che arriva da lontano, da quando andando in giro per il mondo pensavo: sarebbe bello vivere qui, invece che a Milano.

Poi qualcosa è cambiato: Milano è diventata la mia città. Piena di momenti e occasioni, di persone che si impegnano per gli altri, di idee e progetti. Negli ultimi anni la città si è come accesa. Non tutto perfetto, non tutto bello e soprattutto non tutto giusto, ma un gran trampolino per il futuro.

2016-02-13 14.49.38

Per me la candidatura al Consiglio comunale, il cuore della politica cittadina, vuol dire prendermi cura della città, cercando di dare una voce a quei mondi che sfuggono le classificazioni, che son sempre a cavallo tra volontariato e imprenditoria, tra attivismo e progetti, tra le chiacchiere che si fanno la sera tra amici e le cose che poi da quelle chiacchiere succedono davvero.

In molti mi associano alle biciclette. E figuriamoci se non mi fa piacere. Però oltre le bici c’è di più: sono uno strumento straordinario, un mezzo (di trasporto) per raggiungere destinazioni grandi e lontane, un filo che unisce tante persone, idee, iniziative, progetti che sono partiti o stanno partendo a Milano, e tutte le ambizioni, le aspirazioni e i sogni che una città in costante cambiamento ha alimentato e sta alimentando.

La buona notizia è che non sono solo: tante persone straordinarie con me. A tutti noi piacerebbe fare una campagna elettorale che non sia onestà e correttezza, sicurezza e lavoro, impegno e dedizione, ma allegria e concretezza.

Io adesso vado a cercare il coraggio di dire “VOTAMI!” al posto di “potresti forse prendere in considerazione l’idea di votare me, se non ti scoccia”.

Tu nel frattempo potresti mettere un like alla mia nuova pagina nuova di zecca, che vorrei usare per conoscerci meglio e per parlare di Milano: facebook.com/marcomazzeixmilano.

Marco Mazzei
Biciclette, Milano, viaggi e stelle.

2 Comments

  1. ciao Marco è tutto molto bello e tenero: le biciclette, i bambini, i sogni, sei anche tanto simpatico ma l’idea che mi sono fatta seguendoti un po’ è che questo programma e il modo con cui ti presenti hanno il gusto del fantastico mondo di Amélie.
    Io ti voterei anche ma vedi, non ti offendere, ma ad un certo punto arriva il momento in cui un consigliere comunale deve affrontare cose molto poco poetiche, tipo: la microcriminalità dei topi d’appartamento che è una roba super odiosa, il lavoro che non c’è o spessissimo è in nero o è sfruttamento, le famiglie (tante, tante, ma davvero tante famiglie) che non sanno come mettere insieme il pranzo con la cena: altro che biciclettate, aperitivi all’Isola e macarons. Vedo tanta allegria ma concretezza, ‘nsomma…
    Scusami tanto, davvero senza offesa, ma mi sa che stavolta, per votarti, passo…

    1. Ciao Margherita, figurati se mi offendo. Lavoro da quando ho 18 anni e per molto tempo ne ho fatti due o tre di lavori, tutti insieme, per mantenere me e la mia famiglia. Ed è stato proprio in quel periodo che mi sono reso conto che l’unico modo per affrontare le difficoltà è avere sogni e obiettivi ambiziosi e non rassegnarsi alle difficoltà. Ti auguro il meglio :-)

Comments are closed.