Ciao, mi chiamo Marco Mazzei, mi scoccia molto dire che ho 50+ anni, sono nato per sbaglio a Grosseto (in Maremma), ma vivo a Milano da sempre, ho lavorato per molti anni in una casa editrice e oggi sono un giornalista freelance specializzato in progetti di comunicazione digitali e del territorio. Mi occupo e mi interesso di biciclette e mobilità attiva, delle città come luoghi dove far crescere nuove comunità, di diversità e inclusione, di startup e di tutti i mondi dove c’è innovazione.

Ho sempre fatto cose che non ci stanno sui biglietti da visita e per questo il il mio cv è quasi tutto su Linkedin.

Durante la primavera del 2016 ho affrontato la mia prima esperienza politica in senso stretto (anche se da sempre ho fatto esperienze in gruppi e associazioni attivi sul territorio) candidandomi al Consiglio comunale di Milano: campagna elettorale 2016.

Nel 2020, alla fine di aprile e del lockdown di Milano ho avuto l’onore di portare i tempi giusti della bicicletta nel nuovo inizio della città

La mattina presto accompagno i bambini (degli altri) a scuola in bicicletta con massa marmocchi: un’esperienza che cambia le abitudini delle persone, e quindi la città, con molta allegria.

Ho un compagno, che chiamo Quell’Altro, almeno fino a quando altri non avranno deciso come lo posso chiamare.

Mi piace viaggiare e mi piacciono le città (sul mio blog ho cercato in questi anni di raccontare perché): quasi tutte mi sono sempre piaciute molto più di Milano. E invece poi è successo che mi sono innamorato della città dove vivo, grazie soprattutto alle biciclette e alle persone che in questi anni hanno avuto idee, fatto cose, cambiato pezzi della loro vita e del loro quartiere, contribuendo alla felicità di tutti noi.

Scrivo una newsletter periodica su Milano e sulla felicità, ti puoi iscrivere qui.