La maleducata di via Melzo

Inauguro una nuova categoria di post, dedicata alle ragioni per le quali vorrei andare via da questo Paese, piccole o grandi ragioni, forse emotive, tutte crescenti.

Oggi in via Melzo a Milano, tornando verso casa, alle 18 più o meno. Io mi guardo attorno come sempre, vedo una ragazza affacciata alla finestra di un casa, all’ultimo piano. Fuma. Poi all’improvviso lancia il mozzicone acceso giù in strada, su una macchina posteggiata.

La guardiamo, lei ci guarda. Io le batto le mani, e le urlo brava. Lei mi risponde fatti i cazzi tuoi e poi la nostra conversazione degenera. Sono ancora innervosito adesso, a qualche ora di distanza.

Marco Mazzei
Biciclette, Milano, viaggi e stelle.

8 Comments

  1. Magari dopo la stessa scena ad Harlem, NY la sciura ti avrebbe messo le mani addosso. I maleducati, temo, stanno ovunque. :-(

  2. Veramente non c’è più niente di cui stupirsi, se ne vedono troppe in giro e rimane solo una cosa da fare: se non hai niente da perdere qui, cambia Paese. E’ brutto a dirsi ma io la penso così

  3. no dai, non andatevene tutti: poi ci lasciate con ‘sti stronzi.

    Mandiamo via LORO.

  4. Pippa dai lo sai anche tu che e’ diverso, come dice Bli e’ una questione di senso civico.
    Wine, eri reduce anche tu dalla festa per l’Expo? Noi siamo andati per cercare la bancarella della Torta Pistocchi, ma siamo scappati quasi subito spaventati dal super-delirio.

Comments are closed.