Home » Il blog di Marco Mazzei

Il blog di Marco Mazzei

Questo è il mio blog personale vecchio stile che aggiorno con irregolarità dal 2001.

Una siringa per viaggiare nel tempo
Quando stai per farti un'iniezione e ti tornano in mente tuo papà e il tuo cane L'altra sera mentre preparavo tutto per farmi un'iniezione mi sono ritrovato improvvisamente alla fine degli anni Ottanta. Papà stava male, per molto tempo non avevo saputo che cosa avesse, poi frugando tra carte e biglietti scoprii che aveva qualcosa alla prostata, che orgoglioso com'era – e senza i tanti anni di cultura medica …
Io vorrei, non vorrei, ma se vuoi
Marco, ti candidi? Ma tu ti candidi? È stata una domanda ricorrente in questi mesi ogni volta che si parlava anche lontanamente di politica. Una domanda che non capivo mai se posta con entusiasmo o preoccupazione. Chissà. Mi candido? Davvero non lo so. Però la domanda mi ha fatto riflettere sulle prossime elezioni e su quelle passate, ho provato a mettere in fila una serie di cose …
Milano: un nuovo inizio, un passo alla volta
Nel maggio del 2020, con la città che si apprestava a uscire dal lockdown duro imposto dalla pandemia da coronavirus, ho avuto l'onore di partecipare a un video che avrebbe accompagnato tutti noi milanesi a un lento recupero delle nostre normalità. Io sono quello che esce in bicicletta. La voce di Ghali è davvero speciale. https://youtu.be/tWWIrQEnaGk “Un nuovo inizio. Un passo alla volta.” è un invito ad …
Biglietti di notte
La mia età di normale ipocondria l'ho avuta, e superata brillantemente, alcuni anni fa. Come tutti i maschi circa quarantenni mi agitavo per ogni minimo dolore intercostale, il mal di pancia era sempre anticamera di una colica, il mal di testa non ne parliamo nemmeno. Soffro d'asma, soffoco. Ho fatto sicuramente un sacco di esami inutili, prenotato visite specialistiche "lei sta benissimo", comprato medicine che tanto male …
Una felpa blu e come sentirsi improvvisamente a casa
La mia felpa blu della Fruit of the loom, una lunga storia insieme Ho scritto un sacco di post sulla maratona di New York (l'arrivo, e sei cartoline: 1 2 3 4 5 6) ma non ho parlato da nessuna parte della mia felpa blu. Era più o meno la fine degli anni Ottanta, via Venini era ancora una via bruttina della grigia periferia milanese, …
Il 2017: un anno in salita, e non è ancora finita
Ci sono gli anni bisestili e quelli che passano via in un lampo. Quelli con Saturno contro e quelli quando cambia qualcosa. Ci sono anni di traslochi e di promesse. Di una bicicletta nuova e di altre elezioni. E poi c'è il 2017: questo è stato un pezzo del mio. È stato un anno strano, per me. Di quelli che alla domanda di circostanza come stai? avresti …
La campagna elettorale, un viaggio e il grande niente
Dopo tanti giorni pieni di parole, le pedalate a 2000 metri piene di silenzi. Sono settimane che cerco di scrivere qualcosa di decente sulla campagna elettorale, su come l’ho alla fine vissuta, sulle mie impressioni e su come sono stato dopo e su come sto ora e sul “e adesso?”. Sono settimane che inizio un post e poi lo lascio lì, che appeno …
Mille voti per il futuro di Milano, iniziamo subito a costruirlo
Credevo di prendere 500 voti, alla fine saranno più di 900. Quasi 1.000 voti al debutto, senza appoggi politici, senza appoggi nei media, senza amichette o amichetti. Quasi 1.000 voti tutti nostri, delle persone che hanno creduto nel progetto. Non dico solo grazie, ma aggiungo: possiamo essere orgogliosi di quello che abbiamo fatto tutti insieme. Io mi fido molto delle mie sensazioni e credo che questi quasi …