Home » Che mazzata

Che mazzata

Non sono un fine analista politico, ma ho come la sensazione che le unioni civili non saranno una priorità nell’agenda del prossimo governo.

5 commenti su “Che mazzata”

  1. Senza nessuna vena polemica :) ti invito a rileggere il tuo post di qualche giorno fa, dal titolo “Caro Walter, non ti ho votato”.

    “Chi è causa del suo mal, pianga se stesso”

  2. Ciao Zeta, ma io sono consapevole di quello che ho fatto e lo rifarei anche adesso sapendo come sono andate le cose. E sono contento di questi passi decisi verso modelli bipartitici. Però la mazzata fa impressione comunque e fa impressione anche il fatto che in Parlamento mancheranno praticamente del tutto sostenitori convinti di unioni civili & co.

I commenti sono chiusi.